Ultimi aggiornamenti:
Home / Accordi&Poltrone / L’Inter diventa “cinese”
Iscriviti alla Newsletter

L’Inter diventa “cinese”

moratti4Ieri a Nanchino, all’interno della fondazione di Suning, si è posta la firma per il passaggio del 68,5 % delle quote dell’Inter dal Presidente indonesiano Erick Thohir al colosso cinese leader dei centri commerciali per prodotti elettronici (con circa 20 miliardi di dollari di fatturato all’anno). Thohir, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe detenere il 31% delle quote ma avendo un ruolo, con il tempo, sempre più marginale. Massimo Moratti, invece, dovrebbe svolgere il ruolo di consulente del nuovo consiglio di amministrazione per poi, secondo i ben informati, rientrare acquistando le quote di Thohir che a novembre potrà definitivamente uscire di scena. Appare scontato che il management verrà rivoluzionato, magari in maniera graduale. Per ciò che concerne le scelte tecniche e gli investimenti per il mercato, invece, le incognite aumentano anche perché occorre ricordare che la società è ancora “bloccata” dal Fair Play finanziario. Come fare? Beh sicuramente aumentare i ricavi sarà la prima mission del nuovo consiglio di amministrazione. Il “nuovo” palcoscenico Cinese e Giapponese, con oculate strategie di marketing a supporto, oltre al progetto per il rinnovamento e lo sfruttamento dello stadio aiuteranno.

 

Luca Guerrasio

About Luca Guerrasio

Strategy e Marketing Consultant per aziende ed agenzie nazionali ed internazionali. Docente e formatore per diverse realtà, pubbliche e private. Giornalista e Maestro di scherma.

Scelto per te:

IL CALCIO EUROPEO E’ IN SALUTE, QUELLO ITALIANO NO

La UEFA, pochi giorni fa, ha pubblicato un rapporto sul giro d’affari che orbita sul ...