Ultimi aggiornamenti:
Home / Agenzie e Mercato / Gruppo Oberalp, sostenibilità e responsabilità sociale al centro delle intenzioni aziendali
Iscriviti alla Newsletter

Gruppo Oberalp, sostenibilità e responsabilità sociale al centro delle intenzioni aziendali

Il Gruppo Oberalp con sede a Bolzano è un’azienda attiva nell’industria degli articoli sportivi dedicati al mondo della montagna: sono di proprietà del gruppo i marchi Salewa, Dynafit, Wild Country e Pomoca.

Nel secondo Report sulla Sostenibilità, che il Gruppo ha pubblicato nel luglio 2013, si evidenziano e si analizzano i cinque campi d’azione: dipendenti, fornitori, responsabilità di prodotto, impegno sociale e management dell’ambiente. L’aggiornamento sul tema della sostenibilità documenta quanto è stato raggiunto finora e definisce sfide e potenziali di miglioramento. Il report è disponibile in formato elettronico nelle tre lingue aziendali (italiano, tedesco e inglese) alla pagina CSR dell’azienda: www.csr.oberalp.com

«La sostenibilità e un rapporto responsabile con le risorse non sono per noi un tema nuovo e migliorarci costantemente è la nostra strada e al tempo stesso il nostro obiettivo – afferma Massimo Baratto, CEO del Gruppo Oberalp – Stiamo per stabilire in modo sistematico a tutti i livelli aziendali un’idea strategica di sostenibilità e in questo è importante soprattutto che la sostenibilità sia vissuta all’interno del nostro Gruppo e, passo dopo passo, diventi parte della nostra cultura».

Per poter lavorare intensamente a un miglioramento delle condizioni di lavoro dei propri fornitori, il 25 settembre il Gruppo Oberalp è diventato membro, attraverso i brand SALEWA e DYNAFIT, della Fair Wear Foundation (FWF). Un passo importante sulla strada che conduce ad una realizzazione efficiente e strutturata della responsabilità aziendale. «Siamo contenti di aver trovato nella Fair Wear Foundation un partner professionale e indipendente che ci sostiene con conoscenze specifiche e una pluriennale esperienza con i fornitori locali – afferma Ruth Oberrauch, CSR Manager del Gruppo Oberalp – Siamo così diventati parte di una forte rete che permette uno scambio attivo con il settore. All’interno dell’iniziativa multi-stakeholder della FWF possiamo contribuire a fare la differenza e a migliorare le condizioni di lavoro delle nostre aziende fornitrici».
La Fair Wear Foundation è un’organizzazione no-profit indipendente che si è posta l’obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro nell’industria tessile e di abbigliamento in tutto il mondo. Oltre 90 aziende sono già membri dell’iniziativa multi-stakeholder.
«Siamo lieti che SALEWA e DYNAFIT siano entrate nella FWF – dichiara Kees Gootjes di FWF – entrambi i brand sono tra i leader del settore outdoor e perseguono un approccio durevole verso la sostenibilità e responsabilità sociale che ben si addice alla visione della FWF, sinonimo di sostenibilità nell’industria tessile».

I membri devono sottoscrivere 8 punti, i cosiddetti “FWF Code of Labour Practises”, basati sui principi dell’ONU e dell’ILO[1] .
Anche il Gruppo Oberalp stilerà una relazione sui progressi in questo ambito, poiché, secondo l’approccio della FWF, c’è una responsabilità comune tra il brand del committente e le singole aziende produttrici.
Il codice comprende i seguenti punti: libera scelta del lavoro, nessuna discriminazione sul posto di lavoro, nessuno sfruttamento del lavoro minorile, libertà di associazione e diritto alla negoziazione delle tariffe, pagamento di uno stipendio che garantisca la sussistenza, delimitazione dell’orario lavorativo, condizioni di lavoro sicure e sane, contratto di lavoro obbligatorio. In un report annuale vengono documentati i progressi dei membri nell’implementazione di tale Codice all’interno della loro catena di fornitori.

About Redazione SportMarketingNews

Dal 2008 raccontiamo il marketing sportivo in Italia.

Scelto per te:

Burton sceglie Probeat Agency

Nuova importante acquisizione per Probeat Agency, diretta da Emanuela Schiavone e Paolo Ruffato. L’agenzia milanese inserisce ...