Ultimi aggiornamenti:
Home / Interviste / Intervista a Katia D’Avanzo, il calciomercato e i sistemi di scouting analitico
Iscriviti alla Newsletter

Intervista a Katia D’Avanzo, il calciomercato e i sistemi di scouting analitico

Avvocato esperto di diritto sportivo e agente FIFA, Katia D’Avanzo è tra i protagonisti delle vicissitudini che decidono le campagne acquisti dei club calcistici italiani e internazionali. Acquisti e cessioni di campioni che hanno un peso importante anche per le casse delle società.  SportMarketingNews ha intervistato la consulente Pass Football per conoscere a fondo le logiche e le opportunità che i sistemi di scouting analitico possono apportare alle società di calcio, e come questi influiscono sulle dinamiche del marketing sportivo di ogni squadra.

Le esigenze di un contesto sempre più complesso, e regolamentato (ad esempio dal pdv fiscale) fanno sì che le leve competitive vengano cercate non solo nella gestione della società, ma anche nel modo in cui i dirigenti dei team organizzano il processo stesso di gestione. Una di queste leve utilizzabili per creare eventualmente un vantaggio competitivo in una società di calcio è la messa in piedi di un sistema informativo che governi la fase di scouting. Come funzionano esattamente questi sistemi, e perché andrebbero adottati?

Innovazione e sostenibilità. Il sistema Football Pass (Players Advanced Scouting Sistem) ideato da Suri Chung in qualità di project manager è una piattaforma di database connessi basato su di un sistema algoritmo attraverso il quale in base alle esigenza del Club professionistici individuati per valore di campionato, risultati conseguiti, modulo di gioco utilizzato, individua il miglior giocatore presente sul mercato con riferimento al ruolo, prezzo, compatibilità tecnica, modulo utilizzato dagli allenatori, over quote, e aspettative del giocatore. Il sistema genera per il Club che acquisisce il giocatore una plusvalenza automatica , perché quest’ultimo viene acquistato al reale prezzo di mercato, senza incidere sulle decisioni dei mediatori. L’innovazione del prodotto consiste nel fornire alle società di calcio una piattaforma di circa 36.000 giocatori, tra questi più di 3000 sono conosciuti a memoria dello stesso ideatore del programma; inoltre, tale software viene aggiornato puntualmente ogni tre mesi: a tale aggiornamento va poi messa a punto una verifica reale dei dati riscontrati al momento della richiesta, in quanto tra i top ten visualizzati esistono delle variabili indipendenti che non coincidono con gli aggiornamenti effettuati quali: la disponibilità effettiva del giocatore, il possibile rinnovo di contratto del giocatore, infortuni, presenze e risultati successivi conseguiti in corso d’opera.

Prima era tutto affidato all’occhio esperto degli osservatori e alle reti di relazioni di società e allenatori, questi nuovi metodi di scouting informatizzato stravolgono tutto?

Il nuovo sistema informatizzato di scouting modifica la figura di direttore sportivo come quella degli agenti.

Capita spesso di ricordare le società di calcio della fine degli anni settanta. Tali società erano composte da un presidente e da un direttore sportivo. Il primo investiva i soldi e il secondo si occupava della gestione dei giocatori e dell’organizzazione della squadra. Con l’estendersi del fenomeno calcistico a livello televisivo e mediatico abbiamo assistito ad un evoluzione graduale degli assetti societari delle società di calcio. Ad oggi, l’organigramma delle società di calcio è molto dettagliato e per ogni competenza specifica è stata creata una figura professionale ad hoc.

Il ruolo, dunque del direttore sportivo è quello di dedicarsi all’intera area tecnica della società e per tale ragione a ricoprire un ruolo manageriale non solo dal punto di vista prettamente pratico ma professionale, capace di individuare il miglior acquisto e/o investimento per la società la miglior forma contrattuale, analizzare i bilanci societari, ed altre competenze specifiche.

Quindi, definirei il sistema informatizzato di scouting un supporto per gli operatori di mercato in grado di sopperire a quelle esigenze di mercato che l’operatore da solo non è in grado di acquisire. Basti ricordare che ad ogni operazione va fatto un controllo reale al momento della trattativa e che tale programma, come in generale per tutti i programmi utilizzati in azienda) non sostituisce la figura del professionista, inteso come ora come manager ora come agente.

Tra quelli presenti sul mercato il sistema Pass Football è quello che si sta facendo apprezzare di più, cosa lo distingue dagli altri?

E’ l’unico sistema in grado di individuare delle risposte efficaci in minor tempo possibile. A questa consulenza il Club può scegliere di adeguarsi o favorire scelte diverse in base alle esigenze del momento a queste più opportune. Questa piattaforma ha lo scopo di valorizzare quelli che sono i parametri di vendita dei giocatori nell’attuale calciomercato internazionale e non. L’attuazione del di questa visone di mercato comporterebbe l’adeguamento dei club alla riforma dei Financial Fairplay anche nei trasferimenti.

Calcio e scienza, connubio che affascina ma che trova ancora qualche perplessità. Insomma, chi è che non pensa qualche volta che il ‘pallone è rotondo’. Dietro Pass Football ci sono nomi importanti del filone (es. Adriano Bacconi), lavorando spalla a spalla con l’avanguardia degli analisti del calcio, quale è la sua visione dell’analisi applicata a questo sport?

Il pallone continua ad essere rotondo, ma i giocatori cambiano, gli allenatori assumono le vesti di tecnici capaci di dare una formazione tattica alle attitudini innate dei giocatori, i manager con delle capacità professionali altamente qualificate investono sui talenti veri stando attenti anche ai bilanci societari.

Adriano Bacconi ha saputo essere il garante di una professionalità che vede la sua origine fin dalle radici del sistema con l’analisi tattica di ogni singola partita; Bacconi ha assunto il ruolo di vero supporto tecnico per gli allenatori, quanto per i dirigenti e per gli stessi giocatori, in grado di migliorarsi giorno per giorno, visualizzando gli errori attraverso un sistema preciso di rilevazione degli schemi tattici.

Una considerazione strategica. Pensa che i sistemi come quello di Pass Football possano livellare i gap in fase di composizione dei team durante il calciomercato? Con lo scouting analitico anche i piccoli club possono arrivare a una fascia di calciatori prima poco accessibile, oppure i capitali a disposizione delle squadre faranno sempre la differenza?

Si ritornerebbe ad un calciomercato degli anni ottanta dove anche i medi e medio-piccoli club avrebbero la possibilità di acquistare il Top player, la loro stella, diminuendo il gap con le gradi squadre. Ogni club potrebbe rivalutare la propria rosa arricchendola con almeno due o tre grandi giocatori all’interno dell’organico delle squadre.

E un’altra, di marketing. Che vantaggi può portare in termini di marketing communication un sistema di scouting intelligente?

Un rapporto diretto con gli operatori di mercato, secondo patti chiari e amicizia lunga.

Avvocato che fine faranno gli agenti, come lei? E’ in preparazione qualche software che vi sostituirà?

Nessuno può sostituire un avvocato, ancor meglio se questi è agente. La figura dell’agente si verrà a modificare graduatamente assumendo le vesti di un consulente altamente professionale capace di instaurare rapporti con i club per fornire la propria consulenza a 360 gradi. Il calcio si evolve ma tutto ruota intorno a quel pallone che fa sorridere gli occhi di quel bambino che è ancora dentro in ognuno di noi.

[ndr: Qualche risorsa utile:

Katia D’Avanzo intervistata da Sky. video

La lista dei club calcistici più ricchi secondo Forbes: link  esterno

 Il sito del sistema Pass Football ]

Vittorio Grasso  

SportMarketingNews.com

About Redazione SportMarketingNews

Dal 2008 raccontiamo il marketing sportivo in Italia.

Scelto per te:

Champion presenta la nuova divisa della Nazionale Italiana di basket

Champion, brand americano dello sportswear, presenta la nuova divisa camouflage che sarà indossata dalla Nazionale Italiana ...